Gennaio 21, 2022

9 thoughts on “OMAGGIO A PHILIP ROTH

  1. Ci mancherà, come ci sono mancati i grandi della letteratura che hanno lasciato questo mondo, ma come dici tu i libri sono il loro testamento e la loro vera essenza a livello di pensiero.

  2. “Rimane il fatto che, in ogni modo, capire la gente non è vivere. Vivere è capirla male, capirla male e male e poi male e, dopo un attento riesame, ancora male. Ecco come sappiamo di essere vivi: sbagliando. Forse la cosa migliore sarebbe dimenticare di aver ragione o torto sulla gente e godersi semplicemente la gita. Ma se ci riuscite… Beh, siete fortunati”.

    Addio #PhilipRoth, e grazie per tutto il genio. Essere, senza alcun merito, contemporanei di uno così era tra i pochi privilegi che condividevamo tutti.

  3. ‘Pastorale americana’ e ‘La macchia umana’ sono due dei miei libri preferiti in assoluto.
    Per fortuna la produzione letteraria di Roth è abbastanza ampia. È consolante.

  4. Non posso non replicare il commento che feci stamani appena appresa la notizia…

    «Sono il Raskol’nikov delle pugnette!» Solo per questa epica riga, grazie di ogni cosa Maestro Roth!!!

  5. Ho letto il pezzo su Everyman. Su La Sicilia di oggi.
    Interessante, anche se non so se avrei il coraggio di leggere questo libro.

  6. Ciao. Senti, se ho un po’ di tempo vado a cercare un po’ di post interessanti sui social e te li trasferisco qui, visto che hai piacere a raccoglierli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.